Fertility Day

Cortometraggio

“Donne che rinunciano al lavoro per la maternità, donne che rinunciano alla maternità per il lavoro”.

Fertility Day è un cortometraggio che denuncia con amara ironia una situazione reale, socialmente rilevante. Una donna durante un colloquio di lavoro può ritrovarsi ad affrontare il pregiudizio, l’incursione nella vita privata, l’insensibilità, l’ignoranza delle leggi e delle relative tutele. Come ne esce?

Partendo da un episodio realmente vissuto, le autrici hanno osservato il fenomeno anche attraverso interviste e successivamente cercato una trasposizione filmica breve nell’intenzione di farne uno strumento di sensibilizzazione.

Attraverso uno stretto dialogo e l’incalzare dei pensieri e delle ansie di una delle due protagoniste, Fertility Day affronta tre scenari di colloquio per un tema delicato sotto l’aspetto sociale e psicologico come quello di una giovane donna che affronta la ricerca di una prima occupazione o il reinserimento nel mondo del lavoro dopo una gravidanza.

Il finale riserva una piccola sorpresa.


 

“Women who give up a career to pursue maternity, women who give up maternity to pursue a career.”

Fertility Day is a short movie that exposes a socially relevant condition with bitter irony. During a job interview, women can face prejudice, intrusion of their private sphere, insensibility, ignorance of law and related protections. How to break this deadlock?

Building on real life experience and focused interviews, the two authoresses have first observed the issue and then translated their observations into a short movie aimed at raising awareness.

Through dense dialogues and the pressing thoughts and anxieties of one of the two protagonists, Fertility Day depicts three scenarios of a job interview. The situation is sensitive both socially and psychologically: a young woman is looking for her first job or a new job after a maternity leave.

The movie ends on a surprising note.

Trailer

Regia

Paola D’Orsogna, regista e produttrice, è fondatrice di Tecnagon Produzioni.

Dopo la laurea in giurisprudenza all’Università di Bologna e la specializzazione in diritto dello sport e dello spettacolo, ha approfondito la conoscenza dell’arte contemporanea, in particolare nell’ambito delle arti visive, performative e della time based art, presso il Central Saint Martins College of Art and Design di Londra, maturando esperienze di ideazione, produzione e rappresentazione presso la Cineteca di Bologna, la Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti di Milano, l’Istituto d’Arte Applicata e Design di Bologna e la Socìetas Raffaello Sanzio di Cesena. Ha studiato scenografia teatrale presso il Teatro Arena del Sole di Bologna e sceneggiatura cinematografica e scrittura creativa presso il Centro Lab/laboratorio di Roma.

Sara Scamarcia, fotografa e regista, fondatrice di The Storytellers, lavora presso Yoox Net A Porter Group.

Laureatasi in Industrial Design presso il Politecnico di Milano, la sua passione per la fotografia la porta a specializzarsi nell’advertising. Ha realizzato campagne pubblicitarie nazionali e internazionali per clienti e marchi come Chicco, Plasmon, Barilla, Nestlé, Nike, Adidas, Nespresso, Nescafé, Yamaha, Gazzetta dello Sport, McCann Erickson, United 18661, DLVBBDO. Nel 2013 vince il Film Factory Italia, concorso internazionale di Filmmaking, e fonda THE- STORYTELLERS Video&Tales, un’agenzia specializzata in video-storytelling per i nuovi media. Tra il 2016 e il 2017 presenta diverse Live Performance per il Pitti Immagine e per Arte Fiera. Si occupa di sviluppare contenuti con focus sui temi sociali.

Cast

Valentina Carrino. Attrice con una consolidata carriera teatrale (ha lavorato tra gli altri con Nicola Bonazzi, Michele Cosentini, Giulia Franzaresi e Emanuele Montagna), si è cimentata anche nel cinema con film come “Luigo” di Stefano Usardi e “La scelta impossibile” di Sanuele Dalò. Numerose le campagne pubblicitarie, tra cui Aperol per la regia di Gabriele Muccino e la campagna sociale Benetton “Unemployee of the year”.

Cristiana Raggi. Attrice e acting coach, si è divisa tra cinema, teatro e pubblicità. Nel cinema tra gli altri ha lavorato con Christian Spaggiari nel film “La rugiada di San Giovanni”, con Silvia Suppini nel film “Sesnaest”, con Luca Boni e Marco Ristori nel film “Zombie massacre”. Ricchissima l’attività teatrale con registi come, tra le collaborazione più recenti, Tanino De Rosa, Luigi Esposito, Savi Manna, Nicola Alberto Orofino, Carlotta Ossicini, AlessandroTampieri.

Progetto

Fertility Day è un progetto di cortometraggio, il cui titolo prende spunto ironicamente da una campagna ministeriale del 2016 del Ministero della Salute, che ebbe un esito fallimentare per varie ragioni e con cui questo progetto non ha connessioni strettamente dirette. Nasce da un accadimento reale subito e ripetuto e poi osservato attraverso analisi e interviste.

Questo è uno dei motivi che ha portato le autrici a scriverne e farne un piccolo lavoro visivo, efficace si spera, nell’intenzione di trasformarlo in uno strumento di sensibilizzazione attraverso mezzi istituzionali, stampa e social, al fine di stigmatizzare un fenomeno abbastanza frequente e spesso celato da chi lo ha vissuto direttamente o non denunciato per timore, per ignoranza o per mancata conoscenza di tutela legislativa specifica.

Il soggetto così come viene rappresentato descrive un colloquio di lavoro tra due donne, una manager e una giovane donna, colloquio finalizzato ad un’assunzione dopo aver superato una rigida selezione curriculare.

Attraverso uno stretto dialogo e l’incalzare dei pensieri e delle ansie di una delle due protagoniste, in pochi minuti si affrontano tre scenari, per un tema delicato sotto l’aspetto sociale e psicologico, come quello di una giovane donna che affronti la ricerca di una occupazione o il reinserimento nel mondo del lavoro dopo qualche anno da una gravidanza. Il finale riserva una piccola sorpresa.

SCHEDA TECNICA

Scritto e diretto da: Paola D’Orsogna e Sara Scamarcia

Cast: Valentina Carrino, Cristiana Raggi e per gentile partecipazione Patrizia Angelone

Dop: Morris Vincent

Musiche: Luigi Porto

Montaggio: Sara Scamarcia e Paola D’Orsogna

Casting director: Sara Scamarcia

Motion graphic: Luisina Mellao

Costumi: Valentina Ascione

Trailer: Salvatore Castellana

Colorist: Walter Cavatoi

MUA: Patrizia Angelone

Produzione e produzione esecutiva: Paola D’Orsogna e Sara Scamarcia

Le riprese sono state effettuate presso la sede bolognese dell’IAAD – Istituto di Arte Applicata e Design, col gentile supporto di Silvia Aloe, Giulia Cavicchioli, Sara Celli, Francesca Coppi, Lorenza Mignani e Enrica Rossi.

Locandina

Foto di scena - Courtesy of Raul Ramon Grandolfo

News

Day 2. Friday 8 November 2019

No Country For Women

Conversation #FFFMILANOFORWOMEN

In occasione della proiezione di Fertility Day presentato da Paola D’Orsogna e Sara Scamarcia, Daria Bernardoni (Content Chief Officer di Freeda) modera una panel discussion su temi di inclusione e gender equality che, grazie alla partecipazione di esperti nazionali ed internazionali, fa il punto sulle discriminazioni ancora subite dalle donne sotto il profilo sociale, lavorativo ed economico.

Partecipano al panel Giorgia Roversi (Sustainability and Inclusion Director di YOOX NET-A-PORTER GROUP), Nicola Palmarini (Direttore del UK National Innovation Center for Aging) e Francesca Vecchioni (President e Founder di Diversity Lab).

Sabato 22 Agosto 2020

Corto e a capo 2020 – Gaveli Woman Award

Premio Gaveli Donna / Gaveli Woman Award – Against against violence on women and their discrimination a Fertility day di Paola D’Orsogna e Sara Scamarcia. Motivazione della giuria: Quando si pensa alla violenza sulla donna si pensa solo a una violenza fisica, verbale e spesso non si tiene in considerazione quanto possa essere altrettanto discriminante per la donna il fatto di non potersi realizzare contemporaneamente come madre e come lavoratrice, di non poter essere indipendente. Questo corto lo racconta in maniera molto efficace chiudendo con un approfondimento informativo sulle quelle leggi che a volte, purtroppo, vengono ignorate o aggirate.

 

Sabato 29 Agosto 2020

IAA/AIAP UNESCO – HUMAN RIGHTS? The Future’s Shape #WomenCanSaveTheWorld

La parità di genere non è solo un diritto umano fondamentale, ma la condizione necessaria per un mondo prospero, sostenibile e in pace.
Garantire alle donne e alle ragazze parità di accesso all’istruzione, alle cure mediche, a un lavoro dignitoso, così come la rappresentanza nei processi decisionali, politici ed economici, promuoverà economie sostenibili, di cui potranno beneficiare le società e l’umanità intera”. In occasione del 75° anniversario dell’ONU, l’Associazione Internazionale Arti Plastiche Italia coglie l’occasione di occuparsi di uno dei temi più sentiti dalle Nazioni Unite, creando un circolo virtuoso tra Fondazione, ONU, UNRIC e l’arte. Paola D’Orsogna e Sara Scamarcia espongono Fertility Day.

 

Venerdì 4 Settembre 2020

JOBS FILM DAYS – Il cinema per i diritti di chi lavora

In occasione dei 50 anni della Legge 300 del 20 maggio 1970 (il cosiddetto Statuto dei Lavoratori), l’associazione Sicurezza e Lavoro, che da dieci anni opera per promuovere salute, sicurezza e diritti nei luoghi di lavoro, in collaborazione con Museo Nazionale del Cinema, Magistratura Democratica, Cgil, Cisl e Uil di Torino, Università degli Studi di Torino, Politecnico di Torino, Ismel – Polo del ‘900, Aiace e altri enti, organizza la prima edizione di un festival cinematografico sulle tematiche del lavoro e dei diritti: i Job Film Days (JFD). Fertility Day è stato selezionato nel concorso per cortometraggi, organizzato in collaborazione con Inail Piemonte: Premio Cinematografico Jfd – Inail “Lavoro 2020”.

 

Sabato 12 Settembre 2020

FAZANA MEDIA FEST – Internatural Awards

Fertility Day vince gli Internatural Awards al Fažana Media Fest 2020. FMF è un festival internazionale di giornalismo multimediale che si tiene a Fasana (Croazia) per il secondo anno consecutivo. FMF è concepito come un tradizionale luogo di ritrovo internazionale per i giornalisti dove i principi etici e professionali del giornalismo saranno promossi attraverso varie forme di creatività legate ai media e ai giornalisti. L’idea è che la composizione dei partecipanti e i programmi dei festival promuovano in modo inequivocabile l’antifascismo, l’antinazionalismo, la cooperazione e l’affermazione dei diritti umani e che promuovano Fasana come il primo posto al mondo ufficialmente dichiarato amico dei giornalisti.

 

Giovedì 17 Dicembre 2020

SPI STORIES – Premi LiberEtà CGIL

Fertility Day è tra i vincitori dell’ottava edizione del concorso di cortometraggi Spi Stories, promosso da LiberEtà insieme allo Spi Cgil, quest’anno dedicato al tema delle disuguaglianze. Al primo posto il giovanissimo iraniano Zhivar Farajzadeh, autore di Serok. Seconde  classificate Sara Scamarcia e Paola D’Orsogna con Fertility Day. Al terzo posto un altro iraniano, Hossein Darabi, con Shoes.

 

Patronage

Credits

Distribuzione

Premi e riconoscimenti

Fazana Media Fest: vincitore Internatural Award

Festival Corto e a capo – Premio Mario Puzo: vincitore Gaveli Woman Award

Spi Stories – LiberEtà: vincitore secondo premio

AIAPI/UNESCO – HUMAN RIGHTS? The Future’s Shape – WomenCanSaveTheWorld: selezione ufficiale

CortoDino Film Festival: selezione ufficiale

GENERIcamenteUMANI: selezione ufficiale

Job Film Days: selezione ufficiale

LIFF – COLPO D’OCCHIO Global Lamezia International Film Fest: selezione ufficiale

LIFT-OFF First-Time Filmmaker Sessions: selezione ufficiale

Rampa Film Festival: selezione ufficiale

Silk Road Film Festival: selezione ufficiale

Varese International Film Festival: selezione ufficiale

Villammare Film Festival: selezione ufficiale